ULTIME NOTIZIE DA CONFAGRICOLTURA
18.2.2019   "Carta per la sostenibilità e la competitività delle imprese nell'economia circolare" - Firma martedì 19 febbraio ore 17.00 - Camera dei Deputati    18.2.2019   Premio internazionale Ranieri Filo della Torre - Venerdì 22 febbraio a Palazzo della Valle, ore 10.00    18.2.2019   Risultati economici dell’agricoltura italiana e comunitaria nel 2018    16.2.2019   Save the Date: 25 febbraio 2019 convegno Confagricoltura – LUISS su “Le infiltrazioni criminali nell’economia agricola: effetti sulla competitività delle imprese e sulla salute dei cittadini”    16.2.2019   Un progetto europeo di ricerca che coinvolge anche l’Italia studia come proteggere il mais dagli stress idrici    16.2.2019   Tavolo Latte in Sardegna – Giansanti: “Continuare a lavorare per un prezzo equo e assicurare un futuro al comparto”    15.2.2019   Protesta olivicoltori a Roma, intervento di Giansanti a Rainews24    15.2.2019   Evento CIB: “Change climate. Agroecologia e gas rinnovabile: tracciamo insieme la via”    15.2.2019   Fisco, Confagricoltura: bene proroga per scadenze di spesometro ed esterometro. Resta quella della trasmissione delle fatture elettroniche il 18 febbraio    15.2.2019   Agricoltura e città sempre piu' vicine. Intervento del presidente Giansanti alla LUISS    15.2.2019   Crisi latte in Sardegna, Confagricoltura: il mondo agricolo resti unito ed attento al futuro del comparto    14.2.2019   Protesta del latte in Sardegna, Radio Vaticana intervista Elisabetta Falchi    14.2.2019   Agrinsieme: agricoltura pugliese, accolte da Centinaio nostre richieste a sostegno olivicoltura    14.2.2019   Agrinsieme: agricoltura pugliese, accolte da Centinaio nostre richieste a sostegno olivicoltura    13.2.2019   Intervento di Donato Rossi a Skytg24 sulla protesta del latte in Sardegna    13.2.2019   Intervento di Elisabetta Falchi a Radio Vaticana    13.2.2019   Agrinsieme: Verrascina, Scanavino, Giansanti e Mercuri, domani scenderemo in piazza al fianco degli agricoltori pugliesi    13.2.2019   Un mazzo di fiori a San Valentino fa bene agli innamorati    13.2.2019   Scadenze fiscali, Confagricoltura: "Serve una proroga". Troppi obblighi concentrati in pochi giorni    13.2.2019   Agrinsieme: Verrascina, Scanavino, Giansanti e Mercuri, domani scenderemo in piazza al fianco degli agricoltori pugliesi   
03.01.2019
CLASSY FARM; IL NUOVO SISTEMA ENTRA IN FUNZIONE, MA VI SONO SCADENZE E PROBLEMI RIMASTI APERTI

Si è tenuto un incontro al Ministero della Salute sul sistema “Classy farm” e al ruolo del veterinario aziendale. Interessati in particolare il settore suino ed il tema della ricetta elettronica. Confagricoltura ha evidenziato le prime criticità sottolineando l’importanza di mantenere ben chiari i ruoli del veterinario aziendale rispetto a quelli dei veterinari pubblici ufficiali nell’ottica di una esclusiva consulenza da parte dei liberi professionisti, non di controllo, utile agli operatori per gestire e migliorare l’attività imprenditoriale ed il rispetto della normativa sanitaria e sul benessere animale. Inoltre, si è posto l’accento sulla riservatezza dei dati che saranno raccolti tramite il sistema e ai quali dovranno avere accesso esclusivamente l’operatore, il sistema sanitario e il veterinario aziendale delegato. Nell’incontro è emerso che la ricettazione elettronica entrerà in vigore solo a seguito della pubblicazione del relativo dm predisposto dal ministero e, quindi, probabilmente anche dopo il 1° gennaio 2019, data che sarebbe per legge prevista di entrata in vigore di tale modalità di ricettazione. In merito a Classy Farm sono state ribadite le tempistiche della sua implementazione. Che, in sintesi, sono:

1° gennaio 2019: i veterinari aziendali che si saranno accreditati secondo le modalità disposte dal manuale operativo, potranno iniziare ad inserire i dati e le informazioni di cui al dm attraverso la compilazione online delle check list e avranno la possibilità di visionare i dati e le informazioni, relative all’allevamento presso cui operano;

1° gennaio 2019 - 31 dicembre 2019: intervallo di tempo dedicato all’inserimento dei dati ed altre informazioni per creare una solida banca dati. I dati inseriti in tale periodo verranno utilizzati esclusivamente per la valutazione delle informazioni raccolte e non saranno considerati per la valutazione del rischio e per la programmazione dei controlli ufficiali e verranno elaborati esclusivamente al fine del calcolo del peso degli indicatori per la categorizzazione degli allevamenti in base al rischio;

1° gennaio 2020 - 31 dicembre 2020: i dati presenti in Classy Farm (inseriti dal veterinario aziendale, provenienti dal controllo ufficiale e resi disponibili dai sistemi informativi veterinari) saranno pesati secondo gli indicatori per la categorizzazione degli allevamenti in base al rischio consolidati nell’anno precedente.

Il 31 dicembre 2020 sarà prodotta dal Sistema la prima categorizzazione del rischio per ogni allevamento;

1° gennaio 2021: il sistema entrerà a pieno regime e pertanto i servizi veterinari potranno utilizzare il livello di rischio di ogni allevamento presente in ClassyFarm rilevato al 31 dicembre 2020 ai fini della programmazione dei controlli per l’anno 2021.

Il sistema, quindi, si prevede un periodo di transizione di due anni per la raccolta dati prima di applicare la classificazione del rischio delle aziende dal 1° gennaio 2021.


  Archivio news
Links
LINKS
Libera Associazione Agricoltori Cremonesi - Piazza del Comune, 9 - 26100 Cremona - P.IVA 80000250193
Privacy Policy    |    Cookie Policy    |    Credits